person standing on brown surface

Trovare un diamante su una strada fangosa

Una storia Kaizen 改善

Gudo è stato il maestro dell’imperatore del suo tempo. Sulla sua strada trova un diamante. Un diamante su una strada fangosa.

diamante
gudo

Ciononostante, era solito viaggiare da solo come mendicante errante. Una volta, quando era in viaggio verso Edo, il centro culturale e politico dello shogunato, si avvicinò a un piccolo villaggio di nome Takenaka.

Era sera e pioveva a dirotto. Gudo era completamente bagnato. I suoi sandali di paglia erano a pezzi. In una fattoria vicino al villaggio notò quattro o cinque paia di sandali alla finestra e decise di comprarne alcuni asciutti.
La donna che gli ha offerto i sandali, vedendo quanto era bagnato, lo ha invitato ad entrare per la notte a casa sua. Gudo accettò, ringraziandola.

Entrò e recitò un sutra davanti al santuario di famiglia. Poi fu presentato alla madre della donna e ai suoi figli. Osservando che tutta la famiglia era depressa, Gudo chiese cosa non andasse.

Mio marito è un giocatore d’azzardo e un ubriacone“, gli disse la casalinga. “Quando gli capita di vincere beve e diventa violento. Quando perde prende in prestito soldi dagli altri. A volte, quando si ubriaca completamente, non torna più a casa. Cosa posso fare?”

Lo aiuterò“, disse Gudo. “Ecco un po’ di soldi. Portami un gallone di vino pregiato e qualcosa di buono da mangiare. Poi puoi andare in pensione. Mediterò davanti al santuario“.

Quando l’uomo di casa tornò verso mezzanotte, abbastanza ubriaco, urlò: “Ehi, moglie, sono a casa. Hai qualcosa da mangiare per me?

Ho qualcosa per te“, disse Gudo. “Mi è capitato di essere sorpreso dalla pioggia e tua moglie mi ha gentilmente chiesto di rimanere qui per la notte. In cambio ho comprato del vino e del pesce, quindi tanto vale che tu li abbia“.

L’uomo era contento. Bevve subito il vino e si sdraiò sul pavimento. Gudo si sedette in meditazione accanto a lui.
La mattina, quando il marito si svegliò, si era dimenticato della notte precedente. “Chi sei? Da dove vieni?” chiese Gudo, che stava ancora meditando.

Sono Gudo di Kyoto e vado a Edo“, rispose il maestro Zen.
L’uomo si vergognava completamente. Si scusò profondamente con il maestro del suo imperatore.
Gudo sorrise. “Tutto in questa vita è eterno“, spiegò. La vita è molto breve“. Se continui a giocare d’azzardo e a bere, non avrai più tempo per fare altro e farai soffrire anche la tua famiglia“.

La percezione del marito si svegliò come da un sogno. “Hai ragione“, dichiarò. “Come potrò mai ripagarti per questo meraviglioso insegnamento! Lascia che ti accompagni e porti le tue cose un po’ più lontano”.
“Se lo desideri”, asseriva Gudo.

I due iniziarono. Dopo aver percorso tre chilometri, Gudo gli disse di tornare. “Solo altri cinque chilometri“, pregò Gudo.

Continuarono.

Puoi tornare ora“, suggerì Gudo.
Dopo altri dieci chilometri“, rispose l’uomo.
Ritorna ora“, disse Gudo, quando i dieci chilometri erano passati.
Ti seguirò per il resto della mia vita“, dichiarò l’uomo.

I moderni maestri Zen in Giappone nascono dalla discendenza di un famoso maestro che fu il successore di Gudo.

Il suo nome era Mu-nan, l’uomo che non si è mai voltato indietro.

Leggi
time lapse photography of woman portrait
Come costruire la resilienza