candle in bokeh effect
candle in bokeh effect

8 Riflessioni per godersi le festività durante il lockdown

Pensieri per trascorrere le festività con sentimenti di gratitudine

Momento di riflessioni per avviarci alle festività durante questo strano fine anno in lockdown. “Surreale” è la parola che continua a venirmi in mente. Da un bel po’ di tempo la vita trascorre come se abitassimo in un universo alternativo, e durante le vacanze è ancora più strano.

festività lockdown

Dopo un anno di tanti sacrifici, oltre sessanta giorni di lockdown ed in mezzo diverse festività, la realtà ci impone di rinunciare alle tradizioni che ci sono care e di prendere le distanze dalle persone che potremmo sentire di aver già passato troppo tempo senza vedere.

E molti stanno attraversando questa stagione con un senso di dolore per la perdita dei propri cari, per la perdita di uno scopo, forse anche per la perdita della speranza.

Forse non sei tu. Forse siete pieni di gratitudine per tutto quello che avete, e ora apprezzate ancora di più, a causa della pandemia, e del lockdown durante le festività.

Certi giorni mi guardo intorno e mi sento innegabilmente benedetto per la mia salute, per la mia famiglia e per tutti i miei bisogni che sono soddisfatti. Altri giorni sento il peso di questi lunghi mesi d’isolamento e medito sul tempo perduto.

Si può essere in una posizione simile, oscillando come un pendolo tra la gratitudine e il dolore.

Qualunque sia la tua situazione, ho fissato alcuni pensieri per affrontare le settimane successive di festività in lockdown, in modo sicuro. Grazie a sentimenti come la pace, la speranza e la gioia. Ovunque essa sia, tu cercala.

Attenzione

Questa è la più grande, e la più difficile riflessione da inghiottire e seguire. È stato un anno difficile, un anno segnato dalla perdita e dal dolore per molti. Siamo stanchi di tutto questo e vogliamo questa pandemia alle spalle, ma non lo è ancora.

Quindi, per quanto vorremmo gettare al vento la prudenza e concludere l’anno festeggiando con tutte le persone che amiamo, tutti noi dobbiamo fare la nostra parte per proteggere noi stessi e le persone che ci circondano.

Non è il modo più eccitante per iniziare questo articolo, lo so, ma ho pensato di togliermi questo peso!

Comunicazione

Come immagino hai sperimentato anche tu, persone diverse hanno prospettive molto diverse su ciò che costituisce la “prudenza”, e alcune sono disposte a correre rischi maggiori.

Se stai pensando di riunirti con la famiglia durante queste festività in lockdown, è essenziale chiarire dove si trovano tutti, quali precauzioni ognuno prende nella vita quotidiana e quali precauzioni saranno seguite il giorno stesso.

Non dare per scontato di sapere come la pensano gli altri, a meno che non l’abbiano comunicato chiaramente, perché è possibile che ti sbagli.

Empatia

Può essere difficile. Quando le persone fanno scelte che possono sembrarti avventate, o spingono convinzioni con cui non puoi essere d’accordo, puoi sentirti ferito, frustrato, o addirittura indignato.

È difficile separare una persona dalle sue scelte, soprattutto quando si tratta di qualcosa di così emotivamente carico come la sicurezza pandemica, ed è difficile non prenderla sul personale se le sue scelte vi sembrano egoistiche.

Non prenderla sul personale, è inutile arrabbiarsi. Non cambiare l’opinione di nessuno, ti assicuro che non migliora la situazione. Prova a entrare in empatia con le persone che vedono le cose in modo diverso da te.

Questo non significa che dobbiamo condonare decisioni con cui non siamo d’accordo o che ci mettiamo in qualche modo a rischio. Significa solo che accettiamo ciò che non possiamo controllare e scegliamo l’amore invece della rettitudine, per quanto giustificata possa sembrare.

Autocommiserazione

È probabile che le cose non siano state facili per voi. Anche se sei sano, hai un lavoro e un tetto sopra la testa e non hai perso nessuno dei tuoi cari, quest’anno probabilmente la tua salute mentale ne ha risentito.

So che ha avuto un impatto sulla mia.

Potresti sentirvi soli, scoraggiati, sopraffatti, impazienti o addirittura depressi in questo momento. Potreste anche sentirvi frustrati di dover cambiare i vostri abituali programmi di vacanza, in un momento in cui potreste davvero aver bisogno di un po’ di amore, gioia e connessione sociale in più.

Va bene sentirsi frustrati. Va bene sentire qualsiasi cosa tu stia provando, anche se sai di essere fortunato.

È difficile essere lontani dalle persone che amiamo, specialmente durante le feste, e perdere le tradizioni a cui teniamo di più. Siate molto gentili con voi stessi e sappiate che va bene se la vostra gratitudine si mescola a una vasta gamma di emozioni complesse.

Accettazione

So quanto sia allettante vivere ogni giorno nella resistenza, soprattutto quando si è perso molto, o quando le cose sembrano ingiuste. So quanto sia facile farsi prendere da come le cose dovrebbero essere o avrebbero dovuto essere o sarebbero state (…).

Quello che non so è cosa avete passato in particolare o cosa state provando in questo momento. Quindi sappiate che non sto assolutamente suggerendo che l’accettazione sia facile, o che sarei in grado di farlo facilmente se fossi nei vostri panni.

Posso parlare solo dell’idea generale dell’accettazione, e di come ci libera mentalmente quando smettiamo di combattere la realtà. So che quando accettiamo ciò che non possiamo controllare, siamo liberi di concentrarci sulle cose che possiamo controllare e di trarne il meglio.

So anche che mi sento meglio per la persona che sono e, in ultima analisi, meglio per la vita, quando vengo da un luogo di accettazione, anche se ci vuole tempo per arrivarci. Sono più leggero, più presente, più accessibile alle persone che mi circondano, e più incline a vedere opportunità dove prima vedevo solo l’ingiustizia.

Prospettiva

Come per tutto nella vita, tutto questo è temporaneo. Le cose non saranno sempre così. Avremo altre festività senza lockdown. Queste sfide, questi sentimenti, non dureranno per sempre. Alla fine, supereremo tutto questo e potremo vivere più liberamente.

Anche se la vita non sarà esattamente la stessa per molti, troveremo una nuova normalità e nuove ragioni per sorridere mentre ci adattiamo alla vita che si evolve.

Potrebbe essere difficile vederlo ora. Può sembrare che questo terremoto esperienziale invierà onde d’urto per anni, e non troveremo mai più il nostro posto. Ma siamo incredibilmente resistenti come persone.

È probabile che tu abbia vissuto delle esperienze molto difficili nella tua vita, e ne sei uscito più forte, più saggio, e forse anche arricchito per aver vissuto quello che hai vissuto.

Confidate che, con ogni probabilità, non solo riuscirete a superare tutto questo, ma avrete molte più ragioni per sorridere e molte più feste da festeggiare con le persone che amate.

Questo anno sarà raccontato come una storia pazzesca in tutti i nostri specchietti retrovisori, finché continueremo a guidare, con cautela, su questa strada un po’ insidiosa davanti a noi.

Ingegno

Uno dei doni di ogni sfida è che dobbiamo essere un po’ più creativi, il che può essere di per sé motivo di orgoglio e di gioia.

Questa è la vostra possibilità di fare di più con meno, di trovare la bellezza nella semplicità, di sfruttare al meglio quello che avete e magari anche d’iniziare nuove abitudini.

Immagino che quest’anno tu abbia imparato l’arte della connessione online. Quindi ora passiamo al livello successivo. Come si può festeggiare in modo creativo con persone che vengono da lontano? E come puoi onorare le persone che ti stanno davanti, anche se sono solo alcune di quelle che ami?

Mindfulness

Quindi eccoci qui. Alla fine di un anno strano e doloroso, con mesi d’incertezza, delle festività in lockdown, e di potenziale stress e di lotta. Nessuno ci biasimerebbe se ci guardassimo indietro: è come se ci fosse un enorme tamponamento di più auto dietro di noi, è difficile non rimanere a bocca aperta.

E nessuno si stupirebbe se guardassimo con ansia il futuro, preoccupandoci del potenziale di altri incidenti lungo la strada. Potreste non avere i vostri bisogni soddisfatti, e potreste sentirvi insicuri in casa vostra.

Se è difficile, siate buoni con voi stessi. Poi provate di nuovo. Provate a vedere la bellezza proprio davanti a voi, anche se dovete cercare un po’ di più.

Provate a sentire la magia nella musica che sta suonando, anche se vorreste poterne legare il testo con qualcuno che è lontano. Fate dei respiri profondi, fate un inventario di tutto ciò che sta andando bene, e poi lasciatevi andare, in questo momento, a godervi tutto ciò che c’è da godere.

Credo che uno dei doni dei momenti particolarmente difficili sia il fatto di ricordare cose che sono sempre vere, ma che spesso dimentichiamo: che la vita è breve, che nulla è garantito, che ogni momento con le persone che amiamo è prezioso, e che ogni giorno è alla fine ciò che ne facciamo.

Domenico Marra