stress
stress

2 Modi per battere lo stress da fine anno

Domenico Marra Domenico Marra

Il 31 dicembre incombe, e le pressioni per concludere i progetti chiave sono sempre presenti. Fortunatamente, c’è un modo per evitare attacchi d’ansia e burnout indotti dallo stress. Si comincia con un semplice esercizio di concentrazione.

stress

Conosciamo tutti la storia: una lista delle cose da fare, lunga anzi lunghissima. E il fine anno che incombe. Nella maggior parte dei casi, non si può evitare.

Le scadenze di qualsiasi genere si scontrano con le promesse fatte a noi stessi, ai nostri familiari, ai nostri colleghi, al nostro capo.

Se siete come la maggioranza delle persone, tuttavia, la vostra mente si stressa con tutte queste tasks concentrate in una volta sola.

È stato in questo spirito di caos che ricordo a me stesso un concetto semplice ed efficace allo stesso tempo.

Concentrarsi sul presente.

Ci sono due modi per farlo che rendono lo stress di fine, gestibile.

Per prima cosa, controlla i fattori che provocano lo stress rimuovendoti dal tuo spazio di lavoro e impegnati in un esercizio di concentrazione. Il processo è semplice. Trova una cosa su cui concentrarti per un minuto intero: un suono, un’immagine, una sensazione.

Concentrati intensamente su quell’unica cosa ed evita l’impulso di far vagare la tua mente. Considera i suoi vari aspetti, colori, forme.

In pratica cosa ci succede con questo esercizio di concentrazione?

In primo luogo, si calma lentamente il rumore nella tua testa, abbassando la tua frequenza cardiaca e calmandoti. Secondo, allena la tua mente a fare ciò che non sa fare affatto bene: spendere energia su ciò che è di fronte a te.

Pensiamo sempre alla prossima cosa, a cosa verrà dopo: ma se riesci a concentrarti su una cosa nel presente, la tua attenzione migliorerà e sarai meno distratto da ciò che viene dopo.

Dopo aver completato un minuto di concentrazione, torna al tuo lavoro, ma ripeti la stessa pratica. Concentratevi sul progetto/compito a portata di mano e non lasciate che la vostra mente vaghi su altri “forse” e “e se”. Se necessario, ricordatevi dell’obiettivo singolare che avete davanti a voi.

In secondo luogo, come regola generale, mantenete la vostra attenzione quotidiana sulla lista di compiti che avete curato per quel giorno. Non cedere alla tentazione di guardare alle scadenze future o alle cose da fare. Alla fine di ogni giorno, potete assemblare i compiti del giorno successivo.

Quando arrivate alla vostra scrivania la mattina dopo, rivedete le attività del giorno e concentratevi solo su quelle.

Se arrivano nuovi compiti, create una “luogo” dove conservarli: per me funziona la cara vecchia carta e penna, per te può essere l’app note del tuo smartphone.

Se alcuni dei compiti sono urgenti, inseriteli nella vostra lista di compiti per quel giorno e spostate un altro compito per domani, o il resto della settimana.

Alla fine della giornata, rivedete la vostra lista degli impegni e impostate l’elenco dei compiti del giorno successivo. Ci possono essere alcuni compiti ancora nella vostra inbox – e questo va bene. Finché li rivedete alla fine di ogni giorno, non cadranno nel dimenticatoio.

Inoltre, come suggerimento finale: assicuratevi d’impegnarvi nell’esercizio di concentrazione iniziale tutte le volte che ne avete bisogno nel corso della giornata.

Quando iniziate, potreste scoprire che dovete farlo abbastanza spesso.

Stai allenando la tua mente, dopo tutto. Con il tempo, tuttavia, la concentrazione diventerà più facile e lo stress molto più gestibile.

Zeen Social Icons