decluttering
decluttering

Decluttering: liberati del superfluo

Vivere in mezzo al disordine non ci facilita la vita. Per questo motivo è importante eliminare periodicamente le cose che non servono più: grazie al decluttering.

decluttering

La maggior parte di noi si sta abituando a stare in casa per periodi di tempo prolungati, il che può significare – bambini e lavoro a parte – più tempo da dedicare ai lavori domestici che hai rimandato.

Scopriamo che cos’è il decluttering

Decluttering è un termine inglese che significa letteralmente fare spazio. Quante volte ci sentiamo troppo appesantiti da situazioni o ambienti circostanti? Succede spesso e non sempre c’è la possibilità di lasciarsi alle spalle tutto e ripulire lo spazio attorno a noi.

Certamente possiamo fare pulizia e spazio nel nostro ambiente quotidiano, sia esso l’ufficio o ancora più importante l’ambiente casalingo.

Rientrare a casa e trovare un ambiente confortevole, leggero e allo stesso tempo dinamico (perché offre tutto ciò di cui abbiamo bisogno) è il primo passo per abbandonare buona parte dello stress accumulato.

Il decluttering è l’arte di liberarsi dal superfluo, di lasciare andare le zavorre materiali che spesso sono associate a risvolti emotivi. Liberarsi di oggetti superflui è il primo passo per staccarsi da ricordi spiacevoli che ci tengono ancorati al passato.

In questo articolo ci concentriamo su come fare decluttering e come farlo grazie alla tecnologia.

Liberati della carta

Il tuo telefono o tablet può fare un rapido lavoro di conversione di tutti i tuoi documenti cartacei trasformandoli in versione digitale, e organizzandoli in modo sicuro nel cloud. Diverse applicazioni utilizzano la fotocamera del telefono come scanner, convertendo le foto in PDF e ritagliando i documenti.

Una delle applicazioni più utili per questo compito è Google Drive perché rende il testo all’interno dei PDF ricercabile, e offre una varietà di modi per gestire i documenti digitalizzati (comprese le cartelle e i file preferiti che sono contrassegnati con le stesse come in Gmail.). Purtroppo, la funzione scan-to-PDF è disponibile solo in Google Drive per Android.

È possibile caricare i file utilizzando Google Drive per iOS, ma è un processo lungo. Scattate una foto di un documento come fareste con qualsiasi altra foto utilizzando l’applicazione fotocamera per iPhone, poi da Foto su iOS, selezionate l’immagine e toccate Condividi. Scegliere Stampa, poi nella schermata successiva pizzicare l’immagine, che la converte in un PDF, tocca di nuovo Condividi, quindi scegliere Altro e Copia su Drive.

iOS ha il proprio scanner di documenti all’interno Note, ti basterà aprire l’applicazione, creare una nuova nota, quindi toccare l’icona della fotocamera sopra la tastiera e scannerizzare i documenti. Come con Google Drive, si ottengono opzioni di ritaglio e rotazione, e una volta che il documento è stato salvato come nota si può facilmente esportare in un’altra app se necessario.

Esistono altre app, che hanno le stesse funzioni le migliori sono ScanBot e Camscanner: entrambe sono disponibili sia per Android che per iOS.

Vendi le cose che non utilizzi

Potresti già avere familiarità con strumenti di vendita online come Subito.it, eBay e Facebook Marketplace ma potresti non sapere quanto sia facile creare annunci dal tuo telefono: scatta qualche foto, scrivi una descrizione e hai quasi finito senza dover aprire il tuo portatile.

Questo non significa che dovete affrettarvi a creare annunci. Più tempo e fatica ci metti, migliori sono i prezzi che otterrai. Scattate quante più foto possibile, siate onesti sui danni e le carenze, e guardate altri annunci simili per trovare ispirazione prima di crearne uno vostro.

In questo modo ci si può liberare di tante cose indesiderate: vecchi giocattoli, vestiti inutilizzati, quella cyclette con cui non si è mai avuto a che fare. Puoi vendere quasi tutto, non importa quanto sia vecchia o addirittura rotta, a patto che tu sia realistico sul prezzo: vedila come un esercizio di decluttering piuttosto che come uno schema per fare soldi, e scoprirai che la gente è fin troppo felice di toglierti la roba dalle mani, anche solo per i pezzi di ricambio.

L’ovvio grande nome del settore è eBay per Android e iOS, ed è particolarmente adatto se avete oggetti più grandi e più costosi di cui sbarazzarvi. Attira un’enorme rete di acquirenti e ha varie protezioni incorporate per garantire la sicurezza e la protezione sia degli acquirenti che dei venditori.

Facebook Marketplace è integrato nell’applicazione Facebook per Android e iOS. Funziona bene per gli affari locali, soprattutto se si sta cercando di sbarazzarsi della roba usata o danneggiata in qualche modo, ma si possono anche pubblicare articoli in qualsiasi parte del paese. Anche in questo caso, assicuratevi di leggere i consigli che Facebook dà ai venditori per mantenervi al sicuro.

Anche se non hanno la portata di eBay e Facebook, sia Letgo (Android, iOS) che OfferUp (Android, iOS) rendono la vendita molto semplice. E Letgo ha la possibilità di regalare la tua roba, se vuoi davvero liberare la tua casa velocemente.

Nextdoor (Android, iOS) vale la pena di essere vista anche come applicazione locale per dare via o vendere i tuoi oggetti indesiderati in giro per il quartiere. Naturalmente, Craigslist è l’elefante nella stanza quando si tratta di vendere la tua roba. Ha anche applicazioni mobili (Android, iOS), ed è sicuramente adatta per le transazioni mobili, di persona.

Organizzati

La digitalizzazione dei documenti cartacei e l’eliminazione delle cose indesiderate sono i due modi principali per declutterare usando il telefono, ma ci sono anche molte altre applicazioni disposte a dare una mano. Altri strumenti sono pronti ad aiutarvi a organizzarvi, ad esempio, sia che si tratti di creare una lista di cose da fare o di fare un inventario ricercabile di tutto ciò che possedete.

Google Keep (Android, iOS) e Notes (integrato in iOS) possono mettere insieme le registrazioni di praticamente qualsiasi cosa, e offrono anche modi intuitivi per tenere organizzate le vostre note. Altre opzioni per tenere traccia del vostro lavoro includono il sempre popolare Evernote (Android, iOS) e il più focalizzato Todoist (Android, iOS).

Mettere in ordine la propria casa e i propri beni è molto più facile quando si sa esattamente con cosa si ha a che fare, e Sortly per Android e iOS può aiutare in questo. Puoi aggiungere voci per tutte le tue cose, tutte etichettate e categorizzate, allegare immagini e specifiche, e persino ottenere valori stimati per tutto ciò che possiedi, il che è particolarmente utile per l’assicurazione della casa o dell’affittuario, o per sostituire i tuoi oggetti in caso di disastro.

Che ne dite di trasformare il decluttering in un gioco? Diverse app possono “gamificare” la vostra lista di cose da fare, aggiungendo sfide e premi lungo il percorso. Un paio delle mie preferite sono Habitica (Android, iOS) ed EpicWin (Android, iOS): entrambe vi permettono di stabilire obiettivi specifici e di competere contro altre persone (in modo da coinvolgere tutta la vostra famiglia nel processo di decluttering).

Pensate ad applicazioni che potrebbero essere in grado di sostituire gli oggetti fisici anche a casa vostra: avete bisogno di quelle pile di CD con Spotify (Android, iOS) in tasca? E potrebbe essere il momento di sostituire alcuni di quei libri cartacei con versioni elettroniche grazie all’applicazione Kindle (Android, iOS)? C’è anche Centriq (Android, iOS), che può sostituire tutti i manuali dei prodotti che occupano spazio con versioni digitali disponibili con un solo tocco.

Infine, non abbiate paura di ricorrere all’assistenza esterna per aiutarvi a liberare spazio e semplificare la vostra vita. Le applicazioni che includono TaskRabbit (Android, iOS) e Handy (Android, iOS) vi permettono di pagare le persone a ore per pulire e riordinare, anche se dovrete aspettare fino a quando le regole di distanziamento sociale non saranno rilassate per sfruttare al meglio queste applicazioni.

In definitiva il vero obiettivo del decluttering è ottenere uno spazio che funzioni bene per le tue esigenze, nel quale sentirsi liberi di dedicarsi a ciò che più piace senza l’oppressione di oggetti inutili intorno a noi.

Domenico Marra