stress e resilienza
stress e resilienza

Stress e resilienza

Lo stress è diventato una parte inevitabile della vita quotidiana. È inevitabile. Ma i leader si adattano prontamente senza essere buttati fuori strada dall’incertezza e dal ritmo rapido del mondo moderno, merito della resilienza.

stress e resilienze

L’unica cosa che distingue un leader dagli altri è una mentalità resiliente.

La resilienza è la capacità di resistere alla pressione e alle sfide mantenendo il proprio benessere psicologico e fisico. Piuttosto che aspettare di agire fino a quando il burnout ha colpito, praticare una mentalità resiliente è una misura proattiva.

Se crei la tua forza mentale prima che tu ne abbia davvero bisogno, avrai uno strumento in più nella tua cassetta degli attrezzi per aiutarti a evitare la disperazione di toccare il fondo.

Cos’è la resilienza?

Una ricerca della psicologa di Stanford, la dottoressa Alia Crum, e del suo team ha scoperto che la tua mentalità da stress – come interpreti la pressione che stai affrontando – conta immensamente quando si tratta dell’impatto che lo stress ha su di te.

Coloro che possono vedere lo stress come un miglioramento e riconoscere i benefici di essere messi sotto pressione, fanno meglio in quasi tutte le misure tra cui la salute fisica, i punteggi degli esami e il benessere psicologico.

Il risultato di questa ricerca è questo: ciò che pensiamo delle richieste che affrontiamo conta. Se pensiamo che un po’ di pressione sia una buona cosa, la vediamo come una sfida. D’altra parte, se pensiamo che la stress sia schiacciante, lo sarà. È una profezia che si autoavvera.

I migliori leader hanno una tendenza naturale verso la sfida. Percepiscono la pressione come un motivatore piuttosto che una barriera. Vedono l’opportunità prima della difficoltà, e decidono di affrontare la sfida anche quando ci sono delle barriere sulla loro strada.

Ci sono tre modi per iniziare a cambiare la vostra mentalità da stress.

Chiedetevi perché

Cominciate a pensare al perché che vi spinge a compiere un’azione. Comprendendo perché la cosa che state facendo è importante, allineate la vostra mentalità con uno scopo – e questo vi rende più resilienti.

Può essere che tu abbia accettato un lavoro per sviluppare nuove abilità che sai che ti saranno utili in futuro. Forse stai lavorando duramente ora per assicurarti che la tua famiglia stia bene e abbia tutto ciò di cui ha bisogno. O forse hai un profondo senso di appagamento personale nel fare la differenza attraverso ciò che fai.

La prossima volta che ti senti sopraffatto, prova a zoomare per un momento e ricorda perché quello che stai facendo è importante.

Concentrati su come crescerai

Un certo grado di stress è necessario se ti stai spingendo a raggiungere il tuo pieno potenziale. Non puoi crescere senza spingere il tuo limite, imparare cose nuove o uscire dalla tua zona di comfort.

È normale essere nervosi la prima volta che si deve scrivere un report o fare un discorso, ma la volta successiva sarà più facile. Questo è vero per ogni volta che ci sforziamo.

Estendersi in un nuovo territorio non è necessariamente divertente, ma è proprio questa pressione che permette di migliorare. Potete diventare più resilienti cercando intenzionalmente ciò che avete da guadagnare da una situazione.

Cambia la tua prospettiva

Riconoscete che avete la capacità di cambiare idea e di pensare alla pressione in modo diverso. Potete scegliere di vedere una situazione stressante come un’opportunità.

Il collega lamentoso potrebbe darti l’opportunità di diventare un leader migliore mentre lo aiuti a reinterpretare le sue frustrazioni e a cercare soluzioni. Il traffico del tuo tragitto quotidiano può darti uno spazio perfetto e ininterrotto per imparare nuove cose attraverso audio libri o podcast.

Praticando l’auto-consapevolezza, puoi annullare il tuo pensiero predefinito e riformulare la tua esperienza. Più lo fai, più facile diventa catturare te stesso in spirali di pensiero non utili.

Domenico Marra