gentilezza

La forza della gentilezza

Scopri come attraverso questa virtù, raggiungi alte vette di benessere

Oggi ti parlerò di gentilezza e dell’essere gentili. Qual è la definizione di gentilezza? Beh, la definizione è questa: la qualità dell’essere amichevole, generoso, o premuroso.

gentilezza

La gentilezza è definita come la qualità di essere una persona amichevole, generosa e premurosa. Affetto, gentilezza, calore e cura sono parole associate alla gentilezza. Essere gentili spesso richiede coraggio e forza.

La gentilezza è un’abilità interpersonale.

Avete sentito parlare della sopravvivenza del più forte e di Darwin. La sopravvivenza del più forte è solitamente associata all’egoismo, il che significa che sopravvivere (un istinto di base) significa guardarsi le spalle.

Ma Darwin, che ha studiato l’evoluzione umana, in realtà non vedeva l’umanità come biologicamente competitiva e interessata a se stessa. Darwin credeva che siamo una specie profondamente sociale e premurosa. Egli sosteneva che la simpatia e la cura per gli altri è istintiva.

La scienza ha dimostrato che dedicare risorse agli altri, piuttosto che avere sempre più risorse per se stessi, porta a un benessere duraturo. Essere gentili è il più importante fattore predittivo di soddisfazione e stabilità in un matrimonio.

Ci sono diversi modi di praticare la gentilezza. Un modo per essere gentili è quello di aprire gli occhi ed essere attivi quando si vedono persone in difficoltà. Hai notato quando le persone hanno bisogno di una mano? Si crea un senso di comunità quando le persone sono gentili con chi ha bisogno di aiuto.

Aprire gli occhi significa accorgersi quando gli altri soffrono. Una parola gentile, un sorriso, aprire una porta, o aiutare a portare un carico pesante possono essere tutti atti di generosità.

Festeggiare qualcuno che ami, fare complimenti onesti, inviare un’e-mail di ringraziamento, dire a qualcuno quanto sia speciale per te, aiutare un vicino anziano con il lavoro in cortile o il cibo, scattare una foto a qualcuno e inviarla alla persona, condividere cibo fatto in casa, rifiutarsi di spettegolare, donare vecchi vestiti e cose che non ti servono sono tutte idee su come praticare la gentilezza.

Così ho pensato di iniziare con alcune citazioni di persone famose che parlano dell’essere gentili.

Si può sempre dare qualcosa, anche se è solo gentilezza“.

Anna Frank

Non è bello? 

La prossima è una citazione di J.M. Berry, è l’autore del libro Peter Pan:

Sii sempre un po’ più gentile del necessario“.

J.M. Berry

Anche questa è una citazione deliziosa. 

Adoro Gandhi il quale ci ricorda

In modo gentile, puoi scuotere il mondo“.

Gandhi

Quello che intende Gandhi è cambiare il mondo scuotendolo con gentilezza, naturalmente. 

La prossima citazione è di Esopo. Esopo era un cantastorie greco e c’è un famoso libro chiamato Le favole di Esopo: ciascuna favola possiede alla fine un motto o una morale, atta ad educare ai valori della vita, a comportarsi nel giusto verso e a scampare il pericolo e le cattive azioni. La sua favola più famosa è quella della volpe e dell’uva. 

Ma torniamo alla gentilezza, dice Esopo:

Nessun atto di gentilezza, per quanto piccolo, è mai sprecato”.

Esopo

Non è bellissima?

L’ultima è una citazione del Dalai Lama.

Questa è la mia semplice religione. Non c’è bisogno di templi o di filosofia complicata. La tua mente e il tuo cuore sono il tempio. La tua filosofia è semplice, gentilezza“.

Dalai Lama

Profonda e bella. 

Quindi quello di cui parlerò oggi è in realtà la gentilezza sul posto di lavoro, gli atti di gentilezza casuali che si possono fare sul posto di lavoro per rendere il proprio posto di lavoro un posto di lavoro migliore. 

Vi voglio dare cinque consigli per essere gentili sul posto di lavoro, sono cinque modi per diffondere la positività con atti di gentilezza spontanei. 

  1. Dai ristoro

Cosa c’entra dare da bere o da mangiare con la gentilezza? Se al lavoro vedi qualcuno che è stressato o arrabiato, prepara un caffè, una tazza di tè, oppure andate insieme al bar. 

2 Ringrazia (sinceramente)

Il semplice atto di dire semplicemente grazie è immenso. Mostrare gratitudine per qualcuno che ha fatto un buon lavoro, innesca un circolo virtuoso fatto di gentilezza che ci torna sempre indietro.

3. Complimentati

Complimentati, complimentati per tutto. Rendi felice le persone davvero. Fai sapere ai tuoi colleghi se sei felice del lavoro che hanno fatto e che stanno facendo e nel modo in cui vi stanno aiutando. 

4. Ascolta attivamente

Ascolta i tuoi colleghi. Per me questo è il consiglio più forte, il migliore. Ascoltate la gente, ascoltate le tue persone. Ascoltando le persone, si è gentili, e non si pensa solo a se stessi. 

5. Diffondi i tuoi messaggi

Diffondi ovunque i tuoi messaggi di gentilezza. Creare un posto di lavoro gentile e gratificante, è la chiave per avere un team di successo. 

Ho aperto questo post con cinque citazioni, e quindi finirò con quella che penso sia la mia citazione preferita: è dell’autrice americana, Maya Angelou

Dice:

Cerca di essere un arcobaleno nella nuvola di qualcuno“.

Maya Angelou

Non è bellissima? 

Tutti abbiamo bisogno di gentilezza in questo momento, in questi tempi difficili. 

Quali sono i tuoi atti di gentilezza che hai fatto, che hai ricevuto o che vorresti ricevere? 

Leggi
La forza della gentilezza 1
10 Lezioni di vita da Michael Jordan e The Last Dance