eliminare le cattive abitudini

Elimina le cattive abitudini

Elimina le cattive abitudini (come quella di mangiare troppo o fumare), se lo vuoi davvero fare, hai bisogno di spezzarne il ciclo. Il problema però è che quello funziona per una persona potrebbe non funzionare per un’altra. 

eliminare le cattive abitudini

C’è qualcosa che ami o che non riesci a smettere di fare ogni giorno? Forse devi assolutamente iniziare la tua giornata con un caffè? Oppure, devi andare a correre tutte le sere. Forse si tratta di qualcosa di più sottile, come arrotolare una ciocca di capelli ogni volta che hai un pensiero profondo; oppure tamburellare le dita ogni volta che ti senti impaziente.

Prenditi un po’ di tempo per pensare a qualcosa di specifico che ti trovi a fare in continuazione. Come si è formata questa abitudine? È qualcosa che vuoi continuare a fare, o è qualcosa che preferiresti eliminare? E, cosa più importante, come influisce questa abitudine sulla tua vita?

Quando si tratta di abitudini e routine, la maggior parte delle persone vuole imparare a controllarle. Che si tratti di cercare di smettere di fumare, di mantenere una dieta sana o di andare a letto presto, le abitudini possono essere difficili da controllare.

Sono davvero piuttosto subdole, poiché sono comportamenti che si sviluppano e si verificano inconsciamente; eppure hanno anche il maggiore impatto nel risultato dei nostri successi, che tu te ne renda conto o meno.

Le (cattive) abitudini governano la tua vita

Molte persone non considerano le abitudini come un fattore chiave del loro successo personale perché le vedono semplicemente come routine. Le abitudini sono buone o cattive, e questo è il massimo del pensiero che si sviluppano la maggior parte delle persone. Pochissimi fanno il collegamento fra successo personale e abitudini.

Questo perché la maggior parte delle persone pone l’accento su fattori esterni quando guarda al successo. Possono considerare la fortuna, l’istruzione o il background familiare nel determinare il successo. Anche se le abitudini sono in gran parte interne, spesso vengono trascurate.

La verità è che le abitudini sono un fattore fondamentale che governa quasi ogni aspetto della nostra vita. Le abitudini rappresentano la stragrande maggioranza delle nostre azioni quotidiane, dalla più grande alla più piccola: la routine mattutina, il solito baretto dove consumi il pranzo, o anche il percorso che fai per andare al lavoro e tornare a casa. Sono tutte abitudini!

Se sei una persona che ha una forte forza di volontà, o un’alta soglia di disciplina, allora stai già andando alla grande! Potresti scoprire che non è troppo difficile rompere le cattive abitudini o attenersi a una nuova buona abitudine. Ma per la stragrande maggioranza delle persone, questo può essere un vero problema.

Per fortuna le abitudini non si basano solo sulla forza di volontà. Le persone di successo sono in grado di orientare attivamente le proprie abitudini, e di usarle come strumento per creare input o azioni coerenti e sistematiche verso un output o un risultato che vogliono raggiungere.

Come si rompono le cattive abitudini?

Per fortuna, le abitudini possono essere domate, e una volta che ne avrai il pieno controllo, ti renderai conto del loro vero potenziale nell’indirizzare la tua vita verso maggiori successi e progressi.

Quindi, lascia che ti decostruisca un’abitudine.

Il modo in cui si forma un’abitudine può essere descritto come “ciclo dell’abitudine”. Si tratta di un ciclo che governa il modo in cui ogni abitudine si forma e funziona.

È composto da tre componenti chiave:

  1. Spunto
  2. Routine
  3. Ricompensa

Uno spunto è qualcosa che fa scattare l’abitudine. Può essere un evento, un’azione, un sentimento, una persona o anche uno stato emotivo.

Una routine è il comportamento che segue dopo che la vostra abitudine è stata attivata. Poiché le cattive abitudini si innescano in modalità “autopilota”, una routine è di solito la stessa sequenza di azioni che viene intrapresa ogni volta.

Una ricompensa è il rinforzo positivo che il tuo cervello identifica con la routine che hai appena preso. Associa la routine allo spunto: così, il tuo cervello si ricorda di ripetere il comportamento di nuovo per ottenere la stessa ricompensa in futuro.

Guardando questo semplice loop, si può vedere che il colpevole di tutte le cattive abitudini parte dallo spunto. Questo è ciò che fa scattare l’inizio del ciclo dell’abitudine.

Uso un esempio molto popolare di cattive abitudini: è il fumo, il cibo spazzatura, il phubbing ecc.

Forse vi sentite stressati (Spunto) dopo un lungo incontro, decidete di fare una piccola pausa e accendere una sigaretta (Routine). Mentre fumate, iniziate a sentirvi calmi e rilassati dalla scarica di nicotina, dandovi una sensazione fisica di soddisfazione (Ricompensa).

Di conseguenza, si continua con questa routine ogni volta che ci si sente stressati o ci si vuole rilassare.

Qui, puoi vedere che gli spunti sono il punto di partenza ogni volta che si passa attraverso un ciclo dell’abitudine (Habit Loop). Teoricamente, senza uno spunto un pretesto per far scattare la tua abitudine, la tua routine o il tuo comportamento, la ricompensa non sarà raggiunta.

Quando una qualsiasi parte del ciclo dell’abitudine viene interrotta, questo è un potenziale punto debole, che puoi utilizzare per aiutare a rompere un abitudine.

È ora di prendere il controllo dei tuoi spunti

Questo significa che il primo passo per controllare le tue abitudini è prendere il controllo dei tuoi spunti o stimoli. Pensa ad una tua abitudine specifica che hai, puoi identificare lo spunto che dà il via alla tua abitudine?

Ora, pensa a un’altra abitudine che hai. Delle due abitudini che hai identificato, qual è la più importante nella tua vita quotidiana? Ora confronta i due potenziali spunti per ogni abitudine. Sono di natura diversa?

Dato che gli stimoli sono la scintilla iniziale di ogni abitudine, una delle ragioni principali per cui le abitudini sono disuguali è che ognuna di esse ha una diversa qualità di spunti. Alcuni sono solo più efficaci di altri. Più uno stimolo è regolare, più è probabile che si formi un’abitudine.

Più uno stimolo è stabile, in quanto raramente è influenzata da fattori esterni, più è probabile che si formi l’abitudine.

E, mentre parliamo di regolarità e stabilità, il tempo è essenziale. Più breve è l’arco di tempo che uno stimolo si ripete, più efficace diventa una spunto.

Pronti a rompere il circolo delle abitudini?

A questo punto, spero che tu possa vedere che ogni elemento del circolo delle abitudini si alimenta e si rafforza a vicenda, creando un effetto palla di neve. L’abitudine diventa più forte man mano che la si ripete più volte. Capendo e affrontando la prima parte del circolo delle abitudini, sei già un passo più vicino a controllare le tue abitudini!

Ora, potresti aver letto centinaia di libri, articoli, e guardato video, magari anche provato qualche soluzione per aiutarti a rompere o a formare nuove abitudini. Ma, nessuna di queste ha avuto un vero impatto. Portano solo cambiamenti incrementali, e non è quello che stai cercando.

Questo perché il cambiamento permanente richiede un approccio olistico, e richiede qualcosa di più che concentrarsi su una sola area della propria vita o lavorare per cambiare una parte della propria routine o delle proprie azioni.

Le tue abitudini sono solo parte di un sistema di pensiero più ampio che è responsabile del modo in cui la tua vita va avanti. Ogni azione e comportamento deriva da un modello di pensiero originale.

Quindi, se vuoi davvero rompere le cattive abitudini, crearne di nuove e avere un totale cambiamento di stile di vita, allora devi cambiare qualcosa di più che le vostre abitudini.

E’ un lavoro che richiede pazienza, ma ti assicuro che ne vale la pena.

Leggi
person holding gray and beige roman numeral alarm clock
Smettila di perdere tempo!